Ringraziamo di cuore tutte e tutti coloro che hanno partecipato alla fiaccolata contro l’omotransfobia. Anche quest’anno, in centinaia hanno sfilato nel centro storico di Cagliari per ricordare le tante persone che in Sardegna, in Italia e in tutto il mondo ancora oggi subiscono emarginazione e violenze a causa del proprio orientamento sessuale, genere, etnia, età, disabilità, religione.

Un ringraziamento speciale va, come sempre a tutte le associazioni che hanno preso parte alla riflessione condivisa, e ai volontari e alle volontarie dell’ARC che, con la fiaccolata, hanno iniziato il lungo percorso della Queeresima 2016, che porterà sino al Sardegna Pride del 25 giugno.

Oltre ai ringraziamenti, porgiamo le nostre scuse alle splendide artiste Francesca Falchi, Francesca Puddu, Stefania Secci e Marinetti, per i problemi tecnici che hanno impedito lo svolgimento della loro esibizione in piazza S. Sepolcro: ci impegniamo a riorganizzarla altrove, durante questi quaranta giorni di appuntamenti.

Buona ‪Queeresima‬!

p.s.: un ringraziamento speciale da parte di tutta l’ARC va a Mariya, Latif, Nadine e la piccola Guevara che, con il loro toccante intervento in conclusione della fiaccolata contro l’omotransfobia di sabato scorso, hanno restituito il vero senso del tema della Queeresima di quest’anno: l’intersezionalità delle lotte. Quando le lotte delle persone e dei gruppi marginalizzati si incontrano e si contaminano a vicenda, nascono le rivoluzioni che cambiano la storia! Grazie anche a tutta la redazione di NOIS – Tg dei Migranti, al nostro media-partner Ejatv, a Sardegna Teatro, e a Paola e Valentina che hanno reso possibile questo importante momento.

13246313_912215915554983_1441047011992773339_o(ph. Dietrich Steinmetz)