10494563_704304159642736_4709370850572292729_n

ore 20.15: Roberto Loddo, dell’ASARP – Associazione Sarda per l’Attuazione della Riforma Psichiatrica, racconta al pubblico di USN|expo la grande iniziativa del Mese dei Diritti Umani, a cui partecipano tante associazioni sarde tra le quali ARC e ARCinema;

ore 20.30: proiezione del secondo cortometraggio in finale per il Premio del Pubblico 2014;

ore 21: proiezione del lungometraggio in anteprima per la Sardegna The Foxy Merkins (di Madeleine Olnek – U.S.A. – 2013, 81’ – subt. ita.) e discussione: introduce la visione Pia Brancadori, Circola nel Cinema “Alice Guy”;

 

mese_diritti_umaniMese dei Diritti Umani

Il “Mese dei Diritti Umani” è una campagna di sensibilizzazione proposta dal comitato sardo “Stop Opg” a tutte le cittadine e i cittadini sensibili al rispetto dei diritti umani che vuole coinvolgere la società civile, il mondo della cultura, della conoscenza e dell’arte. In occasione della giornata mondiale dei Diritti Umani che si celebra in tutto il mondo il comitato delle organizzazioni aderenti, riorganizzerà per il terzo anno consecutivo un mese di eventi dal 10 novembre al 10 dicembre 2014. La data del 10 dicembre è stata scelta per ricordare la proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 10 dicembre 1948 [tutto il calendario delle iniziative nel sito ufficiale: http://mesedeidirittiumani.blogspot.it/]

poster_foxy_merkinsThe Foxy Merkins

di Madeleine Olnek
U.S.A. – 2013, 81’

Dall’autrice di “Codependent Lesbian Space Alien Seeks Same” un’altra divertente e dissacrante commedia lesbica che fa il verso ai tanti film sulla prostituzione maschile (prendendoli un po’ in giro), mettendo al centro della storia due prostitute lesbiche. Un’avventura metropolitana che senza voler essere scandalosa è comunque sovversiva, struggente e fantastica. Margaret è una prostituta, non sappiamo se suo malgrado o per sua fortuna, che si sta addestrando sulla strada quando incontra Jo, una donna bella e sicura di sè, proveniente da una famiglia benestante, esperta nel soddisfare il genere femminile anche se lei si considera una orgogliosa eterosessuale. Il film segue entrambe nelle loro avventura in strada, dove incontrano seduttrici dalla voce roca, casalinghe che mercanteggiano sul prezzo, ipocrite donne conservatrici, venditori di accessori erotici e scambisti maniaci dello shopping. Navigando tra i bizzarri feticci e le stravaganti richieste sessuali dei loro incontri, comprendiamo l’esilarante e patetica differenza tra le due donne e le varie persone che condividono la loro strada solamente per qualche ora (cinemagay.it)

[ingresso gratuito con tessera ARC-ARCinema F.I.C.C. 2014/15]