10494563_704304159642736_4709370850572292729_n

USN|expo XII > Sardinia Queer Short Film Festival 2014 ha finalmente i suoi vincitori: la Giuria, presieduta da Tatiana Lo Iacono e composta da Roberto Càston, Pia Brancadori, Regina Satariano ed Elisa Amoruso, ha infatti deciso di conferire due Premi ex-aequo (1000 euro a testa) ai corti Bajo el último techo di Edgar A. Romero (Messico) e Taglia Corto di Filippo Demarchi (Svizzera).

Demarchi, presente in sala durante la serata finale del Festival – che si è tenuta ieri sera all’Hostel Marina di Cagliari, presentata da Michele Pipia e da Dolomia Chanel – ha potuto ricevere dalle mani della Presidente Lo Iacono la targa come Miglior Cortometraggio 2014 a tematica lgbt e queer; una copia della targa sarà naturalmente inviata in Messico all’altro vincitore del Festival, Edgar A. Romero, il quale ha conquistato anche il Premio del Pubblico (500 euro), staccando di misura, con una media di voto del 4,22/5, le altre quattro opere arrivate in finale (sui trenta selezionati). Premio come Miglior Corto Sardo (300 euro) a Orsi, le comiche di Adriano Silanus. Premio Speciale dell’ARC a Ubi tu gaius ego gaia, di Matteo Tortora (Italia) presente in sala e accolto da grandi applausi del pubblico. Menzione Speciale della Giuria è andata al cortometraggio croato To Russia with Love del Coro Le Zbor.

Nei prossimi giorni saranno riportate tutte le motivazioni e il video della serata finale, aperta dai saluti dell’Assessora alla Cultura del Comune di Cagliari Enrica Puggioni, dalla Direttrice della Fondazione Sardegna Film Commission Nevina Satta e dal Presidente Nazionale della Federazione Italiana dei Circoli del Cinema Marco Asunis.

Il Festival dà a tutto il suo pubblico appuntamento al 2015 con la tredicesima edizione di Uno sguardo normale… ma l’ARC non si ferma mai e già nelle prossime settimane partiranno le nuove iniziative dell’Associazione!

USN|staff

USN2014_giuria e Demarchi