20140710-141906-51546671.jpg
 

“Nel paese della bugia, la verità è una malattia”
(Gianni Rodari)

Notiamo che a qualcuno piace stare zitto in piazza ma chiacchierare parecchio sui social network e con qualche giornalista (evidentemente assente in piazza). Tirati in causa, dunque, ci teniamo a precisare che da ARC non sono state rivolte ad alcuno, ieri sera sul Bastione di Cagliari, né “parolacce”, né tanto meno offese.

Decine di attiviste e attivisti dell’Associazione e altre libere persone hanno invece volantinato il nostro colorato documento e, cinque minuti prima delle 21, hanno calato la grande bandiera arcobaleno (com’è possibile vedere in molte foto). Solo dopo le 21, a “veglia” conclusa, è partito un grande applauso liberatorio, rivolto a noi stessi, a loro e a tutti gli “spettatori” presenti sul Bastione. Infine, diversi membri dell’ARC sono andati tra le “sentinelle” a portare i volantini e a scambiare qualche parola di confronto.

Le menzogne, invece, hanno le gambe corte e non giocano a favore di nessuna causa: tutt’al più servono a nutrire un’ingiustificata tendenza al vittimismo. ARC e tutte le persone impegnate nella lotta per i diritti e la libertà delle persone lgbt non hanno bisogno di inventare né menzogne, né nuovi nemici: bastano quelli di sempre, quelli che in alcuni paesi imprigionano e impiccano le persone omosessuali, quelli che promuovono persecuzioni e politiche discriminatorie, quelli che ci offendono nei posti di lavoro, nelle scuole, nei luoghi di culto e per strada. Il vittimismo lo abbiamo lasciato ad altri, ormai tanto tempo fa: ci piacerebbe, allora, che il confronto si muovesse esclusivamente sul terreno delle rispettive posizioni politiche e culturali.

E noi, come tutti a Cagliari e in Sardegna sanno (forze dell’ordine comprese, con le quali abbiamo sempre avuto, da dodici anni a questa parte, un rapporto franco e collaborativo), siamo sempre pronte e pronti al confronto :)

ARC

P.S.: di seguito, insieme a quella di Rodari, le altre citazioni poste sul retro del documento che è stato volantinato ieri sera:

“Dovremmo rivendicare, nel nome della tolleranza, il diritto a non tollerare gli intolleranti”
(Karl Popper)

“Disapprovo ciò che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto a dirlo”
(Evelyn Beatrice Hall)

“Una libertà che sia privilegio di pochi non ha niente in comune con la vera, autentica libertà”
(Luchino Visconti)

“La conoscenza non è garanzia di un buon comportamento, ma l’ignoranza lo è quasi certamente di uno cattivo”
(Martha Nussbaum)

Comments are closed.