SABATO 29 GIUGNO 2013 – 1° FERMATA DEL POETTO DI CAGLIARI – ORE 16,30

SABATO 29 GIUGNO 2013 – 1° FERMATA DEL POETTO DI CAGLIARI – ORE 16,30

SARDEGNAPRIDE

::: SARDEGNA PRIDE 2013 :::
 

 

Il 28 giugno 1969, a New York, per la prima volta, lesbiche, gay e trans presenti nel locale “Stonewall Inn” si ribellarono all’ennesima incursione persecutoria delle forze dell’ordine, con una rivolta di strada che durò tre giorni e tre notti. Il 29 giugno 2013, a Cagliari, per la prima volta, la Sardegna sarà unita per la rivendicazione dei diritti di transessuali lesbiche gay bisessuali e intersessuali. Contro l’omofobia e la transfobia, contro il razzismo, contro il sessismo. Contro il disprezzo, la discriminazione e contro la violenza. 


SABATO 29 GIUGNO APPUNTAMENTO ALLE 16.30 ALLA PRIMA FERMATA DEL POETTO
per il corteo che terminerà al vecchio Ospedale Marino. Una festa, un momento di libertà e pace aperto a chiunque, un corteo politico denso di significato che chiude più di 40 giorni di cultura, cinema, mostre, teatro, seminari e dibattiti: a Cagliari con la Queeresima, a Sassari con Diritti al Cuore e nel centro Sardegna con tante altre iniziative. Il Sardegna Pride è inoltre gemellato agli altri cortei che si terranno in Italia nello stesso giorno: l’ONDA PRIDE coinvolgerà infatti anche Bologna, Catania, Milano e Napoli!

“Didíne” dell’evento, le artiste sarde ROSSELLA FAA e ELENA LEDDA!
Qualche dato.
Sono attese migliaia di persone, una trentina di B&B coinvolti, diversi carri e gruppi a piedi, turisti da varie zone dell’Isola e non solo.
Si consiglia di arrivare con i mezzi del nostro partner CTM o su due ruote: in bicicletta è possibile seguire il corteo. Da Sassari partirà un pullman organizzato appositamente per il Sardegna Pride dal Movimento Omosessuale Sardo; per informazioni: www.mosinforma.org.
Sono decine le istituzioni che hanno patrocinato gli eventi. Le spese del corteo sono completamente autofinanziate. Molte realtà associative hanno aderito e sostenuto il Sardegna Pride, una quindicina di sponsor hanno creduto nel progetto e tutta la città ha organizzato libere iniziative, anche commerciali, ispirate al Pride.

La festa di chiusura e di autofinanziamento sarà a seguito del corteo al chiosco “Chiringuito”, sul litorale del Poetto di Quartu S.E., proseguendo dopo il punto di conclusione del corteo.
 
Libertade, Respetu, Paridade
Sardegna Pride 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.