Stop a legge contro omofobia: “Incostituzionale la norma sui gay”. Con 293 sì, 250 no e 21 astenuti passano in aula alla Camera le pregiudiziali di costituzionalità presentate da Udc, Pdl e Lega. Concia: “Oggi la maggior parte del Parlamento ha scelto di stare dalla parte dei violenti e non delle vittime delle violenze e delle discriminazioni” (26.07.2011, Repubblica.it).

L’ARC associazione culturale GLBT di Cagliari e l’Ufficio Nuovi Diritti della CGIL di Cagliari manifestano tutta la loro indignazione per la nuova bocciatura della proposta di legge Concia in materia di violenza omofoba e transfoba. Per l’ennesima volta in questi tristi frangenti politici, il nostro  paese si trova ad affrontare una vera e propria emergenza democratica: l’azione congiunta della maggioranza di governo e dell’UDC fa infatti sì che l’Italia si collochi fuori dall’Europa e dal consesso dei paesi civili e soprattutto si ponga  contro le vittime di indegne azioni violente e a fianco delle frange più feroci e retrive della nostra società che ancora una volta potranno leggere questa bocciatura come un sostegno pieno alle proprie peggiori pulsioni. Non ci stancheremo di denunciare in tutte le sedi questa vergogna che ormai da due anni si consuma nelle nostre aule parlamentari e continueremo la nostra battaglia per una società giusta, democratica e inclusiva.