L’ARC, associazione culturale gay lesbica bisessuale e transgender di Cagliari, si associa all’appello e alla campagna lanciati dall’Unità contro le dichiarazioni omofobiche del Presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Silvio Berlusconi. Il Presidente Berlusconi, durante una visita ufficiale per inaugurazione della 68/ma edizione del Salone del ciclo e del motociclo di Milano, con l’intento di sdrammatizzare le infamanti accuse che lo vedono coinvolto in un oscuro rapporto privato con una ragazza marocchina minorenne, ha dichiarato davanti alle telecamere e ai giornalisti presenti: «Quello che ho fatto è stato per bontà, poi se a volte mi capita di guardare una bella ragazza… meglio essere appassionato di belle ragazze che essere gay». La gratuità e la bassezza dell’insulto, contemporaneamente rivolte contro gli omosessuali e contro le donne, ridotte a mero oggetto delle sue attempate attenzioni sessuali, bastano da sole per esprimere un giudizio senza appello contro l'”onorevole” Silvio Berlusconi, il quale sembra dimenticarsi, sempre più spesso, che ricopre il ruolo di Presidente del Consiglio davanti all’intera nazione e a tutti i cittidini italiani, e non solo davanti ai suoi elettori o ai dipendenti delle sue aziende.

L’Associazione ARC si riserva dunque di organizzare e partecipare a qualsiasi forma di mobilitazione contro il rigurgito omofobico e sessista del Presidente Berlusconi e lo invita a immediate dimissioni.

ARC
associazione culturale GLBT
Cagliari