Uno sguardo normale 2010


L’ARC, associazione culturale G.L.B.T. di Cagliari, in collaborazione con il Circolo del Cinema ARCinema e l’Associazione Studentesca universitARC, grazie al supporto della Provincia di Cagliari, dell’E.R.S.U. – Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, della C.G.I.L. – Nuovi Diritti di Cagliari e della Società Umanitaria – Cineteca Sarda di Cagliari, presenta, per l’ottavo anno consecutivo, la rassegna cinematografica Uno sguardo normale, che si svolgerà a Cagliari da lunedì 11 a sabato 16 ottobre 2010 presso il cineteatro “Nanni Loy” dell’E.R.S.U. (Casa dello Studente, via Trentino – Cagliari).

La rassegna, che prevede le proiezioni di sei titoli a tematica G.L.B.T. (gay, lesbica, bisessuale, transgender) e la presentazione del libro Maledetti froci & maledette lesbiche di Maura Chiulli, si propone anche quest’anno, così com’è stato fin dalla sua prima edizione nel 2002, di sensibilizzare la società, attraverso l’universale mezzo di comunicazione del cinema, sui temi delle naturali differenze di orientamento sessuale e di identità di genere, e sulla necessità di raggiungere equivalenti diritti civili per tutti. Ancor più in questi ultimi anni, drammaticamente segnati nel nostro Paese da incivili atti di aggressione e violenza contro persone omosessuali e transgender, l’ARC sente l’esigenza di mobilitarsi e far sentire la propria voce contro questa recrudescenza dell’omofobia, del razzismo e della xenofobia in Italia, secondo il proprio carattere e la propria esperienza di associazione culturale.

A questo scopo l’ARC, inserendosi nelle iniziative della “Settimana contro la violenza” promossa dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca – Dipartimento per le Pari Opportunità, intende per la prima volta portare Uno sguardo normale fin dentro al contesto scolastico: l’Associazione sta difatti promuovendo – unitamente alla CGIL – Nuovi Diritti di Cagliari – la proiezione del documentario 2 volte genitori, alla presenza del regista Claudio Cipelletti, riservata alle classi 5e di alcune scuole superiori di Cagliari: è prioritario che l’educazione al rispetto delle minoranze cominci dalla scuola, luogo privilegiato di crescita e confronto per le future generazioni del nostro paese, della Sardegna e di Cagliari. La proiezione si terrà sabato 16 ottobre 2010, alle ore 10, presso la sala “Giovanni Cosseddu” dell’E.R.S.U.

Di seguito il programma della rassegna:

Lunedi 11 ottobre, h. 21
Fratellanza – Brotherhood
DAN. – 2009 – 90′ – DRAMM. (v.m. 14 anni) proiezione in pellicola 35mm
di Nicolo Donato, con T. Lindhardt, David Dencik

Lars, un militare di carriera, convinto avversario di extracomunitari e omosessuali, decide di lasciare l’esercito e unirsi a un gruppo di matrice neonazista impegnato in violenti raid notturni contro i presunti ‘nemici’. L’apprendistato nel nuovo gruppo è duro e impegnativo e Lars viene affiancato da Jimmy, scelto dai suoi ‘compagni’ per tenerlo d’occhio, testare le sue convinzioni e verificarne l’affidabilità. Imprevedibilmente, tra Lars e Jimmy scocca la scintilla e i due uomini si ritrovano a vivere un amore che devono però in ogni modo tenere segreto. Davanti ad entrambi si profila un terribile dilemma: tradire l’ideologia o il sentimento che provano l’uno per l’altro…

Martedi 12 ottobre, h. 21
El Niño Pez
ARG./FRA./SPA. – 2009 – 96′ – DRA. – audio originale sottotitolato in italiano
di Lucía Puenzo, con Tim I. Efron, M. Vitale, A. Andrè

Lala vive in una delle zone residenziali più esclusive di Buenos Aires. E’ follemente innamorata di Guayi, una paraguayana ventiduenne che è stata assunta dai genitori di Lala come domestica. Le due ragazze sognano di vivere in Paraguay, da qualche parte sulle sponde del Lago Ypoá. Per trasformare i loro sogni in realtà, cominciano a riempire borsellini e portafogli rubando tutto il denaro che riescono a tenere in mano e portandolo a casa. Mettono il loro bottino in una vecchia scatola di scarpe. Ma, a mo’ di Vaso di Pandora, non appena la scatola è piena, desiderio, gelosia e rabbia cominciano a farsi sentire. Questo è il loro punto di partenza per la loro fuga verso l’autostrada che porta dal nord di Buenos Aires al Paraguay… Il film sarà preceduto dalla presentazione organizzata dai responsabili della casa di distribuzione “Atlantide Entertainment”.

Mercoledi 13 ottobre, h. 21
El Cuarto de Leo
URU./ARG. – 2009 – 95′ – SENT. – audio originale sottotitolato in italiano
di Vincent Garenq, con Maria de Medeiros, Antonia Liskova, Mounir Ouadi

Un attraente giovane studente di Montevideo sta confusamente esplorando la propria sessualità, rivelandoci come ancora oggi in Uruguay, e in una grande capitale cosmopolita, non sia un problema semplice accettare la propria omosessualità, sebbene non ci siano particolari divieti in un Paese ritenuto ancora uno dei più cattolici del mondo. Insieme a un benevole ma qualche volta incapace psichiatra, l’ipersensibile Leo prende gradualmente consapevolezza dei propri desideri. Leo s’impegna quindi con Seba in una storia che sarebbe troppo bella per essere vera… Il film sarà preceduto dalla presentazione organizzata dai responsabili della casa di distribuzione “Atlantide Entertainment”.

Giovedi 14 ottobre, h. 21
Colpo di fulmine – Il mago della truffa
U.S.A./FRA. – 2009 – 90′ – COMM./BIO.
di Glenn Ficarra e John Requa, con J. Carrey, E. McGregor

Dopo un incidente, Steven Russell, si trasforma da ordinario e tranquillo uomo di famiglia in un eccellente falsario e mago dell’inganno. Dopo essere stato catturato e condannato, viene imprigionato nel carcere di massima sicurezza di Houston, in Texas, dove conosce e si innamora del suo compagno di cella, Phillip Morris. Determinato a condurre una vita perfetta insieme a lui, Steven metterà in atto una serie di imprese impossibili e ingegnose, con un grande colpo di scena finale…

Venerdi 15 ottobre, h. 18,30
presentazione del libro
Maledetti froci & maledette lesbiche
Libro bianco (ma non troppo) sulle aggressioni omofobe in Italia

di Maura Chiulli

I gay danno fastidio: perché si mostrano in tv senza pudore, perché non vogliono sentirsi una categoria «discriminata e speciale», perché spesso hanno molto da dire sulle libertà e i diritti di tutti. Negli ultimi due anni in Italia si sono moltiplicati e accresciuti i casi di intimidazioni, insulti, persino selvaggi pestaggi contro omosessuali. Estemporanee o premeditate, spesso compiute da vere e proprie squadracce, queste azioni sono il sintomo di una cupa e rancorosa rabbia verso le libertà e i diritti che faticosamente si stanno facendo largo nella società civile. Il braccio armato di questa forza oscura sono giovani sottoproletari sbandati, neofascisti a piede libero con precedenti, ultrà e cafoni da stadio. Ma il mandante è una borghesia retriva e reazionaria, né di destra né di sinistra, la cui occhiuta complicità garantisce un humus di complicità e approvazione. Chi ha in odio la diversità e il vento di cambiamento sociale, nel contempo, minimizza e insabbia, tanto che sono pochissimi i casi che vengono veramente denunciati o emergono sui media. Come dimostra questo libro, la strada verso una società aperta è ancora lunga e tortuosa. Ma ormai non è più possibile chiuderla e fare finta di niente… L’autrice del libro sarà presente in sala.

Venerdi 15 ottobre, h. 21
2 volte genitori
ITA. – 2008 – 96’ – DOC.
di Claudio Cipelletti

2 volte genitori è un documentario di Claudio Cipelletti (con la collaborazione di Lucia Bonuccelli e Francesco Pivetta), già regista del bellissimo Nessuno uguale, che racconta ciò che accade all’interno delle famiglie quando i figli fanno coming out. Il documentario (costruito come un reality in cui l’autore vive per un breve periodo di tempo con famiglie di ragazzi omosessuali) è prodotto dall’A.Ge.D.O. – Associazione Genitori di Omosessuali – e  fa parte del Progetto europeo “Daphne”, un programma di ricerca e intervento a sostegno delle famiglie con figli omosessuali, con partner in Spagna e Gran Bretagna. Alla proiezione parteciperà Claudio Cipelletti, regista del documentario. Replica per le scuole sabato 16 ottobre, ore 10, presso la sala “Giovanni Cosseddu” dell’E.R.S.U, in occasione della “Settimana contro la violenza” promossa dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca – Dipartimento per le Pari Opportunità.

Sabato 16 ottobre, h. 21
Viola di mare
ITA. – 2008 – 105′ – DRAMM.
di Donatella Maiorca, con V. Solarino, I. Ragonese, E. Fantastichini, M. G. Cucinotta

Sicilia, XIX secolo. Angela è nata e cresciuta su una piccola isola, in una famiglia dagli alti principi morali e spirituali, ma non è mai stata come le altre ragazze. Non solo per l’innata insofferenza alla severità paterna e alle rigide regole imposte alla donne dalla società, ma anche per il forte sentimento che ha sempre provato per la bella Sara. Quando però Angela rifiuta di sposare l’uomo che suo padre ha scelto per lei, questi la rinchiude in una grotta. A salvarla ci penserà sua madre con uno stratagemma, ponendo però Angela dinanzi a una scelta radicale: dovrà travestirsi da uomo senza mai rinunciare, nell’intimo, alla sua identità di donna, e lottare con tutte le sue forze per difendere il suo amore…


Tutte le proiezioni, la presentazione del libro e gli incontri con gli ospiti si terranno presso il

CINETEATRO “NANNI LOY”
Casa dello Studente E.R.S.U. – Via Trentino, Cagliari

INGRESSO GRATUITO
(con tessera ARC o ARCinema-F.I.C.C. 2010)


Si ringraziano per il contributo e il supporto:

Provincia di Cagliari, E.R.S.U. Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario, C.G.I.L. – Nuovi Diritti di Cagliari, Società Umanitaria – Cineteca Sarda di Cagliari, A.Ge.D.O. – Associazione Genitori di Omosessuali, Atlantide Entertainment.

Per informazioni:

Sito web: www.associazionearc.eu , E-mail: associazionearc@gmail.com , Facebook: arc cagliari